Imposta municipale unica - IMU

IMU 2016: NOVITA' COMODATO GRATUITO

Con la Legge di Stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208 - G.U. n. 302 del 30/12/2015, S.O. n. 70) è stata interamente rivista la gestione dei comodati gratuiti: le impostazioni valide per gli anni precedenti sono completamente eliminate e viene introdotta una sola forma di comodato gratuito per il quale è prevista una riduzione del 50% della base imponibile.

LA REGISTRAZIONE

Per la registrazione occorre dotarsi di:
- almeno 2 copie del contratto con firma in originale;
- una marca da bollo da € 16,00 per ogni copia del contratto (una marca da bollo ogni 4 facciate scritte);
- copia del documento di identià del comodante e del comodatario;
- versamento di € 200,00 per l'imposta di registro;
- modello compilato per la richiesta di registrazione.
Il costo complessivo da sostenere per la registrazione è di € 232,00 più eventuali costi aggiuntivi se l'interessato si rivolge ad un consulente o ad un'agenzia.

Le condizioni per beneficiare della riduzione

·  Proprietà immobiliari del comodante: il comodante può possedere un solo immobile (in Italia); oppure, oltre a quello che viene concesso in comodato, può essere proprietario solo di un altro immobile, adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;

·  Residenza del comodante: occorre che risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso comune in cui è situato l'immobile concesso in comodato;

·  Grado di parentela: il comodato deve sussistere tra parenti in linea retta entro il primo grado ovvero genitori e figli;

·  Utilizzo dell’immobile concesso in comodato: il comodatario deve utilizzare l'immobile dato incomodato come propria abitazione principale;

·  Categorie catastali ammesse: sono escluse le abitazioni classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;

·  Ubicazione di eventuale altro immobile comodante: laddove oltre alla casa che viene concessa in comodato, il comodante possieda altro immobile, lo stesso deve essere l'abitazione principale del comodante e deve trovarsi nello stesso Comune in cui si trova la casa data in comodato ai familiari;

·  Pertinenze: l'agevolazione spetterà anche per le pertinenze, senza i limiti operanti per l'assimilazione ad abitazione principale (un solo C/2, C6 e C/7), a condizione che le stesse siano puntualmente individuate nel contratto;

·  Il comodato debba essere registrato;

·  Attestazione dei requisiti: ai fini dell'applicazione del beneficio, il proprietario deve comunicare e attestare il possesso dei requisiti al Comune tramite apposita dichiarazione entro il 30 giugno 2017. Si consiglia di contattare direttamente gli uffici comunali o dell'Unité des Communes Valdôtaines Mont-Cervin per i dovuti approfondimenti. 

 

ADEMPIMENTI

Entro il 16 giugno 2016 deve essere effettuato il versamento dell'acconto dell'imposta municipale propria (I.M.U.) dovuta per l'anno d'imposta 2016.
Il saldo dovrà essere pagato entro il 16 dicembre
L'IMU per l'abitazione principale e relative pertinenze (eccetto per le abitazioni di pregio classificate nelle categorie A1, A8 e A9) non è dovuta per l'anno 2016 (ai sensi del decreto legge 31 agosto 2013, n. 102).
Il pagamento dell'imposta è effettuato mediante modello F24.
Per l'anno d'imposta 2016, l'IMU deve essere versata interamente a favore del Comune tranne che per gli immobili ad uso produttivo accatastati nel gruppo catastale D, per i quali l'IMU deve essere interamente versata a favore dello Stato.
I soggetti passivi devono presentare la dichiarazione entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta, utilizzando il modello ministeriale
L'obbligo dichiarativo è previsto in relazione agli immobili la cui base imponibile non sia desumibile dai dati catastali, ovvero che non siano regolarmente e correttamente iscritti presso l'Ufficio del territorio, ovvero ancora che usufruiscano di esclusioni, agevolazioni e/o riduzioni d'imposta.
La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi sempre che non si verifichino modificazioni dei dati ed elementi dichiarati cui consegua un diverso ammontare dell'imposta dovuta.

SOGGETTI PASSIVI

Sono tenuti al pagamento dell'imposta tutti i possessori di immobili siti sul territorio comunale. 

In particolare sono soggetti passivi:
- il proprietario di fabbricati, di aree fabbricabili e di terreni a qualsiasi uso destinati, compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l'attività dell'impresa;
- il titolare del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie su fabbricati, aree edificabili e terreni a qualsiasi uso destinati;
- il concessionario, nel caso di concessione di aree demaniali;
- il locatario finanziario, con riferimento agli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria. Il locatario finanziario è soggetto passivo dell'imposta a decorrere dalla data della stipulazione e per tutta la durata del contratto;
- il coniuge assegnatario della casa coniugale, a seguito di provvedimento giudiziario di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, in quanto, a decorrere dal 1° gennaio 2012, si intende titolare di un diritto di abitazione sulla casa coniugale e sulle relative pertinenze.

ALIQUOTE

Le aliquote dei Comuni associati dell'Unité des Communes Valdôtaines Mont-Cervin sono pubblicate nella sezione "Per saperne di più" dedicata ai singoli Comuni.

DETRAZIONE PER ABITAZIONE PRINCIPALE CATEGORIE A1, A8 E A9

L'unità immobiliare di pregio adibita ad abitazione principale classificata nelle categorie A1, A8 e A9 ha una detrazione di imposta pari a € 200, da rapportare al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione e da suddividere in parti uguali tra i soggetti passivi per i quali l'unità immobiliare è abitazione principale.  La detrazione e la maggiorazione spettano fino a concorrenza dell'imposta dovuta sull'abitazione principale e relative pertinenze.

FABBRICATI RURALI AD USO STRUMENTALE ALL'ATTVITA' AGRICOLA

Sono esenti dall'IMU i fabbricati rurali ad uso strumentale ubicati nei comuni classificati montani o parzialmente montani.

I proprietari di fabbricati strumentali all'attività agricola classificati in categoria D10 sono pregati di presentare idonea documentazione comprovante l'utilizzo agricolo presso il Servizio Tributi Associato dell'Unité des Communes Valdôtaines Mont-Cervin.
I proprietari di fabbricati strumentali all'attività agricola classificati in categorie diverse da D10, ai fini dell'esenzione IMU, devono presentare all'Agenzia del Territorio (catasto) la richiesta di annotazione relativa all'utilizzo agricolo del fabbricato. Costituiscono immobili rurali strumentali i fabbricati utilizzati da soggetti che svolgano attività agricola non in modo occasionale, bensì nell'ambito di un'attività di impresa, ove il possessore/conduttore dell'immobile sia in grado di provare l'esistenza di un volume d'affari derivante dallo  svolgimento di tale attività.

FABBRICATI INAGIBILI

I proprietari di fabbricati inagibili ai sensi del vigente regolamento IMU comunale, ai fini della riduzione del 50% del valore imponibile ai fini IMU, devono presentare dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà presso gli uffici tecnici comunali dei Comuni.
Le dichiarazioni presentate ai fini ICI non sono più valide in quanto la norma è cambiata.

AREE EDIFICABILI

Sono soggette all'IMU tutte le aree utilizzabili a scopo edificatorio secondo le risultanze del piano regolatore generale approvato dal Comune.
I proprietari di terreni edificabili sono pregati di presentare la dichiarazione del valore di tali aree presso il Servizio Tributi Associato dell'Unité des Communes Valdôtaines Mont-Cervin.

 
Unité des Communes Valdôtaines Mont-Cervin
Via Martiri della Libertà, 3
11024 Châtillon (AO)
Tel. +39 0166.569711
pec: protocollo@pec.cm-montecervino.vda.it